News – Ricetta medica via email o WhatsApp: ecco come funziona

Per limitare gli spostamenti e ridurre la diffusione del virus Covid-19, niente più foglio cartaceo da andare a prendere fisicamente dal medico e portare in farmacia: per avere le proprie medicine basterà averne una copia “digitale”. E’ quanto stabilito da un’ordinanza firmata ieri e pubblicata sul sito del Ministero della Salute. Si tratta di un’ulteriore misura che viene incontro alla necessità di limitare la circolazione dei cittadini e di arrestare i contagi del nuovo coronavirus.

Ci sono tre modalità per l’invio della ricetta medica. Al momento della generazione della ricetta elettronica da parte del medico prescrittore l’assistito può chiedere al medico il rilascio del promemoria dematerializzato ovvero l’acquisizione del numero di ricetta elettronica tramite:

  • trasmissione del promemoria in allegato a messaggio di posta elettronica, laddove l’assistito indichi al medico prescrittore la casella di posta elettronica certificata (PEC) o quella di posta elettronica ordinaria (PEO);
  • comunicazione del numero di ricetta elettronica con sms o con applicazione per telefonia mobile che consente lo scambio di messaggi e immagini (WhatsApp), laddove l’assistito indichi al medico prescrittore il numero di telefono mobile;
  • comunicazione telefonica da parte del medico prescrittore del numero di ricetta elettronica laddove l’assistito indichi al medesimo medico il numero telefonico.

Info: 👉 www.salute.gov.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *